Le zanzare…come difendere i nostri figli da questi odiosi animaletti

Visto Mamma - Le zanzare e i bambini

Non c’è bisogno di dilungarsi su quanto siano fastidiose le zanzare: purtroppo lo sappiamo tutti fin troppo bene. E anche se ai neonati e bambini più piccoli il ronzio notturno nell’orecchio non da noia, le punture sì!

In realtà, negli anni, la nostra reazione alle punture di zanzara si attenua leggermente (in pratica, più volte veniamo punti, minore sarà la reazione), ecco perché è più facile vedere bambini piccoli coperti di grosse bolle rosse piuttosto che gli adulti.

In ogni caso, le punture di zanzara provocano prurito alla grande maggioranza delle persone anche se ci sono individui che attraggono meno le zanzare. I più fortunati vengono risparmiati quasi del tutto.

Rimane un problema enorme che ci troviamo ad affrontare ogni anno appena inizia il caldo.

Premettiamo subito che le punture di zanzara non sono pericolose in sé: anche se un bambino viene punto da 40 zanzare, non ci saranno conseguenze gravi tranne un gran grattarsi!

(Non stiamo, ovviamente, parlando, di zanzare portatrici di virus particolari come lo Zika che al momento è endemico solo in alcune parti dell’Africa, Asia e Sud America.)

La “nostra” zanzara comune o la zanzara tigre è solo una enorme seccatura.

Come possiamo aiutare i nostri piccoli a difendersi da questi insetti?

Ci sono moltissimi repellenti in commercio, molti sono fortemente chimici e, a mio avviso, da evitare sulla pelle delicata del neonato (o degli adulti, se è per questo…).

La migliore protezione possibile è sempre una bella zanzariera drappeggiata sopra il letto: oltre ad essere bellissima, è estremamente efficace.

Presenta però delle limitazioni. Intanto è necessario un gancio sul soffitto per poterla appendere. Inoltre si può usare solo con i neonati: non appena il bimbo è in gradi di alzarsi, corre il rischio di “annodarsi” nella rete!

Senza contare che funziona solo quando siamo a letto, ovviamente.

Esistono comunque tantissimi prodotti a base naturale che sono estremamente efficaci per i più piccoli.

Vediamone alcuni che per esperienza personale, ho trovato estremamente efficaci.

Talco non Talco, della Fiocchi di Riso – in farmacia

E’ un’emulsione regola odore e sudorazione che “disorienta” gli insetti: spalmato sulla pelle, regolando sudorazioni e odori, ci nasconde dagli insetti, che non riescono più a localizzarci. Una volta spalmato, si ha la sensazione del talco sulla pelle e, senza bloccare i pori, aiuta a diminuire la sudorazione.

Con ingredienti di prima qualità e forte componente naturale, contiene olio e amido di riso, calendula e olio di oliva.

Non è propriamente un repellente ma funziona davvero bene: l’ho usato tantissimo per mio figlio quando era piccolo ed eravamo entrambi molto soddisfatti!

Cer’8, della Larus Pharma – in farmacia

Sono dei piccoli “adesivi” che funzionano molto bene su bambini più piccoli, diciamo fino ai tre anni. Si attaccano sui vestiti – ne basta uno per una serata – in posti dove il bambino non riesce ad arrivare, mi raccomando! (ad esempio sulla schiena). Funzionano rilasciando olii essenziali di Citronella, Eucalipto e pomodoro selvatico che tengono lontane le zanzare.

Quando andavamo in vacanza, ne attaccavo uno ogni sera alla stoffa del lettino da viaggio fantastico!

Nota: NON devono essere attaccati direttamente sulla pelle.

 

Braccialetti alla citronella

Per bambini più grandicelli – in pratica, per quelli che hanno smesso di mettersi tutto in bocca! –  sono super efficaci. Le bambine ne saranno particolarmente felici e se a qualcuno danno fastidio sul polso (ad esempio mio figlio che piantò una grana monumentale), si possono mettere sulla caviglia. Durano giorni e giorni, funzionano benissimo e si trovano più o meno ovunque: dalle farmacie ai supermercati.

 

Un ultimo consiglio: se ne avete la possibilità, tenete in casa piantine di basilico (meglio se quello greco, a foglia piccola, che ha un profumo molto forte) e dei gerani: sono entrambi piante sgradite alle zanzare.

Ricordatevi ogni tanto di “strofinare” le foglie, così che rilascino i loro profumi.

Ovviamente le piante si possono tenere anche in camera, o sui davanzali delle finestre dove formano una specie di blocca-zanzare.

E abbelliscono la casa!

Tara